23 febbraio 2014

Crema spalmabile cioccofrancesca Versione n. 2


Senza miele/agave/dolcificanti naturali o artificiali

Indice glicemico molto basso.
Con questa ricetta andiamo ancora più GIÙ con gli zuccheri.
Entriamo nell'ambito delle preparazioni dietetiche/salutistiche più rigorose.

Il gusto è per gli amanti del vero cioccolato fondente, come me:-)

A dir la verità SAREBBE QUESTA LA MIA MIGLIOR RICETTA ma comprendo che il palato va educato un pò alla volta - anch'io arrivo da esperienze precedenti di cioccolato iper-zuccherato.
Quindi la maggior parte delle persone troverà ottima la Versione n. 1, per poi eventualmente provare questa seconda versione.

Preparazione facile per tutti. Tempo massimo: 5 minuti.
Conservazione: in frigo 24 ore. Nelle stagioni fredde/fresche 48 ore.
Attrezzatura di cucina: un cucchiaino da tè/dessert, una ciotolina, un piccolo pentolino o boiler


Dosi per la colazione di una persona
[misurate con cucchiaini da tè molto capienti]

♥Farina di mandorle o di nocciole di buona qualità o bio
2 cucchiaini molto colmi o anche 3 - a piacere
(queste farine non sono "polveri", ma sono simili al cocco grattugiato)

♥Farina di carruba = polvere di carruba (quella marrone) bio
3 cucchiaini molto colmi

♥Cacao in polvere di buona qualità o bio
2 cucchiaini molto colmi
- si può aumentare il cacao in base ai vostri gusti in tema di fondente

♥Zenzero in polvere, un terzo di cucchiaino, buona qualità o bio
♥Piccolo pizzico di sale marino o sale rosa
♥Acqua molto calda/quasi bollente q.b.

[Qualcuno è rimasto perplesso per l'acqua tra gli ingredienti?
Mettiamola così: fate prima a provarci che a pensarci]

Attenzione. Per le persone che devo obbligatoriamente escludere il glutine: celiaci, sensibili al glutine, allergici al grano e altri.
I seguenti prodotti, come saprete, vanno acquistati con garanzia Senza Glutine (dicitura di legge sulla confezione o simbolo Spiga Barrata), altrimenti potrebbero contenere glutine da contaminazione crociata.
Farina di carruba - Cacao in polvere - Zenzero in polvere - assicurarsi inoltre che la farina di mandorle/nocciole venga lavorata in stabilimento che tratta solo frutta secca, altrimenti dovrà anch'essa riportare la certificazione Senza Glutine.



Procedimento

In una ciotola miscelare bene tutti gli ingredienti secchi. Poi versare un pò per volta l'acqua molto calda (precedentemente portata a bollore) fino ad ottenere la consistenza ideale. Procedere così: mescolare, versare poca acqua, mescolare, ancora acqua e avanti così. Attenzione a non eccedere con l'acqua altrimenti otterrete qualcosa di fluido, invece si deve ottenere una consistenza soda da spalmare agevolmente.

Tip! La crema che si ottiene la trovo anche adatta, rendendola leggermente più fluida con più acqua, per farcire le crêpes.
Tip! A piacere si può anche aggiungere un trito di noci e nocciole ed aumentare un pò il sale per un risultato molto particolare: rustico o raffinato, secondo i punti di vista.

Buona degustazione e... fatemi sapere se vi è piaciuta!

 

4 commenti:

Costanza S. ha detto...

Avevo capito che era la tua prima ricetta del blog e invece è l'unica ricetta del blog!! Formidabile, non è solo una ricetta, è una miniera di informazioni da leggere con calma! La proverò sicuramente, il cioccolato è anche la mia passione e questa ricetta è davvero originale , mi faccio la lista di tutti i prodotti, finalmente ha aperto nella mia zona un negozio bio piuttosto grande , spero di trovare tutto quello che serve! Dovresti brevettarla e cominciare a venderla :-)! Ma....sicura che non pubblicherai altre ricette?

Cioccofrancesca ha detto...

Grazie dell'incoraggiamento! Sono contenta che ti piaccia la ricetta.
Sì già mi vedo in un chioschetto con l'insegna Cioccofrancesca a vendere cioccolato :-) tipo "Chocolat de noantri"...aspettando Johnny Depp hahah
Pubblicare altre ricette? A parte che il blog è nato così, "dedicato", ma comunque postare altre cose al momento mi risulta problematico perché non sono attrezzata per fare le foto, quelle che vedi sono di Pixabay. Poi come sai lavoro principalmente da un tablet e Blogger è a dir poco ostico per questa categoria.
È previsto che tra un pò mi doti di migliore attrezzatura tecnica in casa, ma poi mica lo so se ho la pazienza che avete voi food blogger: cucinare, preparare, impiattare, scenografare e...non mangiare finché non si è fatta la foto giusta :-D certo che siete brave :-D
Vediamo se mi "butterò" più sulla cosmetica o sul cibo o chissà che altro...mi interessano così tanti argomenti che...mi intaso da sola
:-D

Ivy M. ha detto...

Ciao Francesca! Di sicuro versione n.2 è quella che mi stuzzica davvero.Zenzero e carruba.....La provo, anche perchè ho una bella scorta do farina di carruba! E' anche molto interessante il concept del tuo blog, brava! Inserisci mi pure nelle tue newsletter o varie, ti seguo con molto interesse! Un abbraccio!

Cioccofrancesca ha detto...

Ciao Ivy, grazie!
Immaginavo che la numero 2 poteva essere di tuo gradimento :-)

Per la newsletter, al momento non ho previsto nulla né iscrizioni di altro tipo, ma grazie di avermelo detto che così ci faccio un pensierino... anche se..che cosa ci scriverei in una newsletter di un blog mono-ricetta??
Se ci sono suggerimenti, son qua :-)